Attico - Centro Storico - Piazza Embriaci

RIF. 423

 

Tipologia: Attico

 

Località:  Centro Storico

 

Mq: 115

 

Piano: Quinto

 

Richiesta: € 289.000


CENTRO STORICO - Piazza Embriaci a ridosso della meravigliosa torre, e adiacente a Santa Maria di Castello, in stabile vincolato dal Ministero delle Belle Arti, proponiamo un pezzo di storia del '500 incastonato tra i tetti della vecchia Genova, con meravigliosa vista sui tetti della città e scorcio mare, ottimamente esposto a Sud ed Est appartamento completamente ristrutturato di mq 115 termoautonomi, composti da: ingresso, camera matrimoniale con vano guardaroba, camera, salone con cucina a vista, bagno, disimpegno con accesso al terrazzo di circa 12mq. Termoautonomo TELEFONARE 010 2425763

CONTATTACI SU WHATSAPP

Palazzo di Giulio Sale

 

Il Palazzo fu inscritto nei «Rolli degli alloggiamenti pubblici» (1576, 1588, 1599, 1614, 1664) con cui la Repubblica rifondata da Andrea Doria precettava dimore adeguate alle visite di Stato. Originariamente identificato come domus con torre della famiglia Embriaci, il palazzo viene ceduto ai Cattaneo (1514) quando il ceppo originario, mitico erede delle imprese crociate, non aveva più l’autorevolezza di Guglielmo Embriaci conquistatore di Gerusalemme. Nel 1583 è acquistato da Giulio Sale che lo ristruttura due anni dopo, secondo i canoni contemporanei. Nel 1606 si rende necessario un intervento per formare un’ala su via Mascherona. Dopo il 1607, il palazzo passa a Gio. Francesco Brignole 1 (doge nel 1635-1637) che vi apporta le trasformazioni leggibili nella fisionomia attuale. Nel 1626 si verifica il primo intervento di sopraelevazione; a partire dal 1680 inizia il progressivo declino della costruzione che rimane ai Brignole Sale fino al 1869, anno in cui passa ai Melzi d’Eril. Dell’impianto originario sono tuttora visibili l’atrio di ingresso con volta a padiglione lunettato al piano terra e lo scalone voltato a crociera che conduce al piano nobile. L’elemento più monumentale è la torre del XII secolo, che ha subito interventi di accorpamento in epoca cinquecentesca, lavori di restauro nel 1926 e anche bruciature di saette, pur essendo fra le poche - molto connotate politicamente - salvate dai periodici cambi di governo. Oggi il palazzo risulta frazionato in numerose unità abitative e la torre è inaccessibile.

[da Una Reggia Repubblicana, 1998]

 

fonte

Planimetria

Caratteristiche

  • Ingresso
  • Salone con cucina a vista
  • 1 camera matrimoniale con cabina armadi
  • 1 camera media
  • Bagno
  • Disimpegno
  • Terrazzo
  • Esposizione esterna
  • Classe energetica e I.p.e. in fase di elaborazione
  • Riscaldamento autonomo
  • Acqua diretta

Mappa